Il centro di giornalismo investigativo IRPI è tra i vincitori della seconda edizione del fondo Google DNI (Digital News Initiative), che ha l’obiettivo di sostenere progetti di giornalismo di qualità in Europa.

IRPI ha vinto presentando il progetto Mafia Files, un archivio digitale che permette di raccogliere, conservare e condividere documenti che riguardano organizzazioni criminali e affiliati. Il progetto è anche un servizio di ricerca investigativa indipendente. I giornalisti di IRPI forniranno , su richiesta, resoconti su casi di criminalità e sui membri delle organizzazioni mafiosi in Italia o all’estero.

Il fondo di Google servirà per mettere a punto un prototipo del progetto e testarlo. Superata questa prima fase, l’archivio verrà implementato e successivamente lanciato con i servizi annessi.

IRPI è il primo centro di giornalismo d’inchiesta del suo genere in Italia, creato nel 2012 da professionisti con esperienze uniche negli ambiti del giornalismo d’inchiesta e digitale. IRPI è un’associazione di promozione sociale non a scopo di lucro. La sua attività principale è quella di condurre inchieste giornalistiche transnazionali e di qualità su mafie, corruzione, evasione fiscale e reati societari.

I suoi membri condividono una forte sensibilità etica e morale, la volontà di essere fortemente indipendenti e radicalmente legati alla qualità del lavoro svolto. Fino a oggi IRPI ha collaborato con giornalisti stranieri su progetti di indagini internazionali e il suo lavoro è stato riconosciuto da numerosi premi.

Il nuovo progetto mira a creare nuove opportunità di ricerca e verifica, attraverso la condivisione di informazioni utili per contrastare la criminalità organizzata a livello mondiale.

Pin It on Pinterest

Share This