di Cecilia Anesi e Giulio Rubino

Ricercato per possesso illegale di arma da fuoco, lo scorso Ottobre Giuseppe P. era stato anche raggiunto da un provvedimento di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria per il reato di associazione mafiosa.

Era stato infatti indentificato nel corso dell’operazione Eclissi dell’Ottobre 2014, già raccontata da Mafia Blog, quando la procura di Reggio Calabria aveva portato un duro colpo alle famiglie ‘ndranghetiste di San Ferdinando, uno dei comuni che insistono sul porto di Gioia Tauro.

L’importanza delle famiglie criminali di San Ferdinando, che fanno parte del potente ‘locale’ Pesce-Bellocco, è notevole, giacchè moltissime e lucrose attività della ‘ndrangheta passano proprio dall’importante scalo marittimo di Gioia Tauro.

Nel corso dell’operazione Eclissi fu arrestato anche il sindaco di San Ferdinando ma Giuseppe P., già latitante, era riuscito a sfuggire alle forze dell’ordine.

Oggi è stato ritrovato nascosto a Palmi (RC). Assieme a lui è stato arrestato anche Cristian S., ritrovato in casa assieme al latitante, per il reato di favoreggiamento personale.

Gli arrestati sono stati condotti in carcere e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.