A fine febbraio 2018, il giornalista slovacco Jan Kuciak è stato freddato con un solo colpo di pistola. Con lui è stata uccisa anche la sua compagna.

Prima di morire, Kuciak stava lavorando insieme ai colleghi di Organized Crime and Corruption Reporting Project (OCCRP) e del giornale Aktuality.sk a una inchiesta sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Slovacchia.

Il suo lavoro, che non vedrà mai la fine, è stato svolto insieme a due partner di OCCRP: il Czech Center for Investigative Journalism (CCIJ) e l’Investigative Reporting Project Italy (IRPI).

Gli articoli di Jan, pubblicati in suo onore e terminati dai suoi colleghi, hanno anche l’obiettivo di minimizzare il rischio per i suo compagni di lavoro. Li trovate al seguente link.

Share This